LOGOMARRONE SFONDO trasparente100200

Parrocchia ucraina a Roma

hiesa cattedrale

dei Santi martiri Sergio e Bacco e dell'icona di Nostra Signora di Žyrovici

Жировицька Богородиця

Il 22 gennaio, il Giorno dell'Unità nazionale (Sobornist') dell'Ucraina

Den sobornostiLa proclamazione solenne dell'Unità della Rada Centrale della Repubblica popolare ucraina inseme alla Repubblica popolare dell'Ucraina Occidentale accadde il 12 gennaio 1919 nella Piazza Sofia di Kyiv. La data non è stata scelta casualmente, ma nel giorno del primo anniversario della dichiarazione dell'indipendenza e della sovranità della Repubblica Popolare Ucraina annunciata il 22 gennaio 1918 (il Quartto Universale).

Il 3 gennaio 1919, a Stanislaviv (adesso Ivan Frankivs'k) fu presa una decisione sull'unione dello stato della Repubblica popolare dell'Ucraina Occidentale con la Repubblica Popolare Ucraina, affermando: "Il Consiglio nazionale ucraino, esercitando il diritto all'autodeterminazione del popolo ucraino, proclama la solenne unione dell'odierna Repubblica Popolare Ucraina Occidentale con la Repubblica Popolare Ucraina".

La solenne cerimonia della proclamazione dell'Atto dell'Unità si iniziò esattamente alle 12. Sono arrivati ​​i membri del Direttorio e del Consiglio dei ministri della Repubblica Popolare Ucraina, una delegazione della Repubblica popolare dell'Uucraina Occidentale, delegati del Congresso del lavoro e rappresentanti del corpo diplomatico. Avevano i discorsi L. Bacynskyj, Longyn Cegelskyj e Volodymyr Vynnycenko. L'ambasciatore della Repubblica popolare dell'Ucraina occidentale L. Cegelskyj ha letto e consegnato il decreto del Consiglio nazionale "Sull'unità della Repubblica Popolare dell'Ucraina Occidentale con la Grande Ucraina Orientale" al Presidente del Direttorio Volodymyr Vynnycenko. Il membro del Direttorio Fedir Shvec proclamò solennemente il testo dell'Universale del 22 gennaio 1919: "D'ora in poi le parti dell'Ucraina che sono stati devisi l'una dall'altra - la Repubblica Popolare dell'Ucraina Occidentale (Galizia, Bucovina, Transcarpazia) e Grande Ucraina si sono unite in un solo stato. I sogni per i quali i migliori figli dell'Ucraina hanno vissuto e sono morti si sono realizzati. Da oggi in poi esiste l'unica Repubblica Popolare Ucriana indipendente. Da ora in poi il popolo ucraino, è liberato dal potente impulso delle proprie forze, ha l'opportunità, attraverso gli sforzi uniti di tutti i suoi figli, di costruire uno stato indivisibile ed indipendente dell'Ucraina al beneficio e felicità del popolo ucraino".

Il presidente Yevgen Petrushevyc sottolineava: “La legge confermata rimarrà come una delle migliori azioni della nostra storia. Non c'erano due opinioni tra di noi sulla linea dell'unità. Il passo di oggi solleverà il nostro spirito e rafforzerà la nostra forza. Ad oggi esiste un solo una Repubblica Popolare Ucraina. Lunga vita a lei!”

Dopo la solenne proclamazione dell'unità nazionale in piazza di Santa Sofia si celebrò la Litania. Poi si svolse una parata militare guidata dal colonnello Ivan Chmola al colonnello Yevgen Konovalec.

Il 21 gennaio 1990 in memoria del giorno dell'anniversario dell'Atto dell'Unità nazionale in Ucraina si è svolta (sull'iniziativa del disedente Mykhailo Goryn') una delle più grandi azioni di massa nell'Europa centrale e orientale: "la catena vivente" come simbolo dell'unità tra le terre orientali e occidentali e il segno di commemorazione degli eventi della rivoluzione ucraina. I milioni di persone, tenendosi per mano, hanno creato una catena continua da Ivano-Frankivsk (la capitale storica della Repubblica Popolare dell'Ucraina Occidentale) via Leopoli a Kyiv.

Ufficialmente il Giorno dell'Unità si celebra dal 1999. La festa è stata stabilita con il Decreto del Presidente dell'Ucraina del 21 gennaio 1999 n. 42/99.

Map of Ukraine for Paris Peace Conference

La mappa dell'Ucraina mostrata per la Conferenza della Pace a Parigi nel 1919

ucrainistica.blogspot.com

ugcc

Chiesa Greco-Cattolica Ucraina

ugccEsarcato Apostolico per i ucraini in Italia

ugcc

Parrocchia ucraina a Roma