LOGOMARRONE SFONDO trasparente100200

Parrocchia ucraina a Roma

hiesa cattedrale

dei Santi martiri Sergio e Bacco e dell'icona di Nostra Signora di Žyrovici

Жировицька Богородиця

CHIESA GRECO-CATTOLICA UCRAINA

La Chiesa greco-cattolica ucraina (CGCU) è una Chiesa di rito e patrimonio liturgico-teologico bizantino, che mantiene la comunione con la Chiesa di Roma.

La Chiesa greco-cattolica ucraina è una delle chiese successore del cristianesimo accetato dal Principe Volodymyr il Grande di Kyiv nel 988.

Nel 1596 il Metropolita di Kyiv Michael Rogoza, assieme a cinque vescovi e tre archimandriti ha firmato l’Unione di Brest in una chiesa di san Nicola a Brest Litovsk (città dell’odierna Bielorussia). Secondo gli articoli dell’Unione di Brest la Metropolia di Kyiv entrava nella piena comunione con la Chiesa di Roma.

II nome di Chiesa greco-cattolica ucraina fu dato nel 1774 da parte del governo Austro-ungarico e dall’imperatrice Maria Teresa per distinguere la Chiesa ucraina dalla Chiesa Romana e Chiesa armeno-cattolica. Così la parola “greco” nel titolo della Chiesa indica la tradizione liturgico-teologica della Chiesa (cioè la Chiesa di rito bizantino, greco in altre parole); e la parola “cattolica” afferma che la Chiesa ucraina è nella comunione con il Vescovo di Roma.

II capo della Chiesa – Sua Beatitudine il Patriarca Sviatoslav (Shevchuk).

La sede patriarcale – Kyiv (la capitale dell’Ucraina).

La Chiesa greco-cattolica ucraina segue il calendario giuliano.

II numero dei fedeli è di circa 6,5 milioni.

La Chiesa greco-cattolica ucraina ha numerose metropolie, arcieparchie, eparchie ed esarcati apostolici anche al di fuori dell’Ucraina, in Europa, America, Australia. In totale ci sono 33 eparchie.

ugcc

Chiesa Greco-Cattolica Ucraina

ugccEsarcato Apostolico per i ucraini in Italia

ugcc

Parrocchia ucraina a Roma